Corretta Digestione

Bocconi di quotidianità di difficile assimilazione

Le mie foto
Nome:
Località: Italy

domenica, maggio 28, 2006

nomen omen

mi sento che il nome del blog oggi fa proprio al caso... sono in piena rielaborazione succo-gastritica post-saccadivitelloripienapolentavalcalepiorossoriserva

giovedì, maggio 25, 2006

Imbecille

L'onorevole Saia di AN dice che Bindi è lesbica , quindi inadatta alla guida del ministero della famiglia. Fini dice che Saia è un imbecille, la Bindi risponde in finezza. Questa la notizia:


«Non credo che sia un segreto, non ho nulla contro le lesbiche, ma va chiarito che Rosy Bindi è lesbica. Per ciò non mi è sembrato, sul piano politico da parte di Rosy Bindi, corretto assumersi non il ruolo dell'economia o dell'istruzione, dove pure già avrei avuto delle difficoltà ad accettarla, ma il dicastero della Famiglia ad una persona che di famiglia non sa niente». Anche se qualche ora dopo (in piena bufera) il senatore di An Maurizio Saia proverà a correggere il tiro sulla neo ministra della Famiglia («Lesbica non è un´offesa» preciserà poco convinto) la dichiarazione davanti alle telecamere di Canale Italia scatena la reazione delle varie forze politiche.
Prima di tutto la replica ironica della stessa ministra e poi parole di indignazione (quasi) bipartisan, fino alla richiesta di espulsione del parlamentare di An dal partito. «Mi dispiace per il senatore Saia – sottolinea col sorriso la diretta interessata Rosy Bindi - ma anche se, per scelta personale, ho rinunciato a sposarmi mi piacciono gli uomini educati, rispettosi delle donne, intelligenti e possibilmente belli. Tutte qualità che il senatore di An non possiede».

venerdì, maggio 19, 2006

Etica versione Vaticano: Pacs no, Ior sì

Titoli degli ultimi giorni:

Papa: "Difendere principi etici
non è violazione della laicità"
Ruini: "Chiesa libera di intervenire per difendere la famiglia
fondata sul matrimonio e non su altre forme di unione"



"Gea, in Vaticano
i fondi segreti"

I sospetti del pm: soldi depositati nello Ior dalla società di Moggi jr

ROMA - Fondi neri della Gea World e conti bancari segreti in Vaticano. Milioni di euro provenienti da operazioni di calciomercato, spariti poi dai bilanci della società di collocamento calciatori presieduta da Alessandro Moggi e amministrata da Franco Zavaglia. I pm romani Luca Palamara e Maria Cristina Palaia stanno concentrando la loro inchiesta sul denaro che da vicolo Barberini, sede della Gea a Roma, porterebbe allo Ior, l'Istituto per le opere religiose, banca del Vaticano dal 1941. Secondo gli inquirenti molti capitali sarebbero stati depositati proprio nella banca vaticana.

domenica, maggio 14, 2006

Il mentitore

Divagazioni logiche...
Se dico "sto mentendo" cado in un paradosso: se sto dicendo il vero, allora sto mentendo; e se ciò che dico non è vero, allora non sto mentendo. Non se ne esce, la frase è indecidibile (non è possibile determinarne la verità o la falsità). Più generalmente parlando, possiamo affermare che la frase "questa frase è falsa" è indecidibile.
Se invece dico "io mento sempre", qui la cosa si risolve senza nessun paradosso. La frase semplicemente non può essere vera, perchè non posso essere sincero (dire il vero) affermando che mento sempre. La frase deve essere falsa, cioè afferma che io qualche volta mento e qualche volta dico la verità, in particolare mento quando dico "io mento sempre". Questa è più o meno la prima versione del paradosso del mentitore, data da Epimenide di Creta ("tutti i cretesi sono bugiardi").

mercoledì, maggio 10, 2006

I disobbedienti

Centri sociali? Casarini? Neo-proletari? Niente di tutto questo. In queste ore è nata una nuova classe di disobbedienti civili, ovvero i forzaitalioti-contestatari!
Un assaggio della nuova corrente nata in seno alla destra italiana (da ansa Repubblica):

11:13 Bondi: "Sciopero fiscale metodo democratico"
"Utilizzeremo tutti i metodi e le forme che la democrazia ci offre per far valere le ragioni di oltre la metà del popolo italiano" e tra i mezzi democratici "c'è anche lo sciopero fiscale, che fra parte delle opzioni della disobbedienza civile". A lanciare l'avvertimento, all'indomani del fallimento di ogni trattativa tra Cdl e Unione sul candidato per la presidenza della Repubblica , è il coordinatore di Forza Italia, Sandro Bondi.

Il filone insurrezionalista è ancora in fase di consolidamento, e alcune afasie mentali guidano ancora l'operato dei loro illuminati leader. Così bondi 55 minuti dopo:

12:07 Bondi: "Mai invitato allo sciopero fiscale"
Il capo ufficio stampa di Forza Italia precisa che Sandro Bondi "non ha mai dichiarato che il partito è pronto allo sciopero fiscale. Rispondendo ad una domanda -continua- si è limitato, invece, a sottolineare che lo sciopero fiscale è un mezzo democratico e precisamente una delle opzioni della disobbedienza civile".

La branca oltranzista del movimento neonato è capeggiata dalla sottile mente del calderoli. Eccolo:

13:24 Calderoli: "La Lega non riconosce Napolitano"

"Non riconosciamo Napolitano presidente: se dovessero andare in porto le verifiche sui 70 parlamentari sub judice per le irregolarità del voto, tutto può saltare perchè, senza quei 70 potrebbe venire meno il quorum". Lo ha detto il leghista Roberto Calderoli.

Beh... che dire, ancora una volta molti esponenti del centrodestra (in particolare quelli legati a partiti populistici tipo lega e forzaitalia) mostrano di avere un senso nullo delle istituzioni, del vivere civile e politico di uno stato. Nihil ab nihilo, certo... mica si può pretendere!

sabato, maggio 06, 2006

I "moderati"

Rifacendomi al precedente post, nella trasmissione di Matrix i filo-vaticano sostenevano che la chiesa "mai ha ostacolato o censurato la diffusione del libro di dan brown" e che questa "è la caratteristica che ci differenzia da altre religioni dove la reazione a simili opere è ben più violenta". Ecco, manco a dirlo, notizia di oggi (ma questa è solo una delle tante dichiarazioni che si possono trovare, compresi gli articoli di "messa all'indice" apparsi sull' avvenire):

CODICE DA VINCI: VATICANO ESORTA CATTOLICI, DENUNCIATE

"Esistono mezzi legali per ottenere che alcuni rispettino i diritti di altri. Questo e' uno dei diritti umani fondamentali: devono rispettarci, rispettare il nostro credo religioso e devono rispettare il nostro fondatore, Gesu' Cristo". Il cardinale Francis Arinze, prefetto della Congregazione per il Culto divino e i sacramenti, esorta i cattolici a ricorrere ai tribunali dei vari paesi per bloccare l'uscita del film di Ron Howard tratto da "Il Codice da Vinci", il discusso best-seller di Dan Brown che mette alla berlina la fede cristiana. "I cristiani - spiega il porporato - non possono restare con le braccia incrociate e dire: 'dobbiamo perdonare e dimenticare'. Non saro' io a dire a tutti i Cristiani quello che devono fare, ma ci sono i mezzi legali per reagire".

fonte: Repubblica





Contro il codice

Ho visto sul sito di Matrix la puntata in cui si discuteva del codicedavinci. Non avendolo letto (e nemmeno avendone l'intenzione), ho conosciuto finalmente la trama di questo super-seller. In studio c'era il vaticanista di turno che criticava le basi storiche da cui parte il romanzo, classificandolo peraltro come un libro mediocre. Manco a dirlo anche l'amico vaticanista gode dell'indotto del romanzo di brown, avendo da poco pubblicato un libercolo riportante in copertina a chiare lettere 'Contro il codice da vinci'.
Grandissimo come al solito odifreddi, che da buon ateo, è stato tra i presenti il più preparato sugli argomenti trattati di storia e filologia dei vangeli.

Una scena che mi ha fatto ridere:
odifreddi: "nei vangeli ci sono pochissime testimonianze dirette di gesù storico"
vaticanista: "se è per quello non ci sono nemmeno testimonianze storiche dell'esistenza di talete di mileto, ma nessuno mette in dubbio la sua esistenza..."
mentana: "beh adesso non facciamo paragoni, penso che cristo sia stato una figura molto più importante di talete"
odifreddi (voce fuori campo, non inquadrato): "non per i matematici!"