Corretta Digestione

Bocconi di quotidianità di difficile assimilazione

Le mie foto
Nome:
Località: Italy

sabato, aprile 29, 2006

2 camere












La resa di un senatore durante la maratona in aula




Oggi finalmente sono stati eletti i presidenti di camera e senato: bertinotti e marini (franco, specifichiamolo bene!). Ostruzionismi da parte della destra anche stavolta; come ha detto cossiga (non che mi piaccia molto citare cossiga, però questa volta ha ragione) fare ostruzionismo nel normale iter legislativo è concesso; farlo ora, in occasione dell'elezione di due importanti figure istituzionali, è commettere stati-cidio. Beh..., non che servisse ulteriore prova di quanto poco tenessero allo stato i berluscones.
Ho ascoltato il discorso di bertinotti alla camera, mi è sembrato molto ecumenico (come non esserlo nella sua nuova veste?) e comunque abbastanza "politico" e un filo meno convenzionale rispetto ad un discorso di insediamento da rituale (e questo è un apprezzamento).
La presidenza delle due camere dà comunque una maggiore sicurezza a questo nascituro governo, e un' ulteriore stoccata al manipolo capeggiato dal nano che ha commentato oggi così i discorsi dei due neo presidenti:

15:45 Berlusconi: "Eletti sindacalisti marxisti"

Pensano e agiscono ancora "con lo schema dialettico servo-padrone" di Marx, "da una parte i padroni, dall'altra gli operai". Al termine del discorso di Fausto Bertinotti alla Camera dei deputati, Silvio Berlusconi, si e' avvicinato ad un gruppo di esponenti di Forza Italia e - raccontano gli stessi azzurri - ha commentato cosè l'elezione di Bertinotti e Marini.